Apple richiama adattatori difettosi per rischio scossa: cosa fare

Pericolo scossa per alcuni adattatori difettosi della Apple: l’azienda avvia procedura di richiamo. Come riconoscere i prodotti a rischio.

Apple, campagna di richiamo adattatore difettosoApple, campagna di richiamo adattatore difettoso

Apple ha avviato le procedure ufficiali per poter risolvere una grana relativa ad uno dei suoi prodotti.
Si apprende infatti in queste ore che una serie di adattatori sarebbe a rischio scossa, dunque l’azienda di Cupertino ha deciso di porre in fretta rimedio alla situazione.
Per questo motivo, a tutela dei suoi clienti e consumatori, la Apple ha ufficializzato la partenza del programma di sostituzione dell’adattatore per la presa a muro CA.
Sebbene ci si riferisca a casi davvero molto rari, lo staff della Mela Morsicata ha preferito avvertire la sua vasta platea, spiegando che “gli adattatori per la presa a muro CA di Apple bipolari progettati per essere utilizzati nell’Europa continentale, in Australia, in Nuova Zelanda, in Corea, in Argentina e in Brasile potrebbero rompersi e creare il rischio di scossa elettrica”.
In particolare, ci si riferisce agli adattatori per prese a muro forniti con i Mac e alcuni dispositivi iOS tra il 2003 e il 2015.
Alcuni dei pezzi difettosi erano inoltre stati utilizzati quali parti incluse nel Kit adattatore internazionale Apple.
Per poter capire se il proprio adattatore è tra quelli a potenziale periocolo – per quanto raro – di scossa elettrica, occorrerà osservarne l’aspetto, confrontandolo con l’immagine a corredo di questo articolo.
In dettaglio, se all’interno dello slot – nel punto in cui va a collegarsi all’alimentatore Apple – sono visibili 4 o 5 caratteri oppure non c’è alcun carattere, allora si tratta proprio di uno degli adattatori da sostituire.
Se, al contrario, nello stesso punto compare un codice regionale a 3 lettere nello slot (ad esempio: EUR, KOR, AUS, ARG o BRA) allora si è un possesso di un adattatore sicuro, poichè del letto dei pezzi riprogettati.

Cosa fare nel caso in cui l’adattore dovesse rientrare tra quelli potenzialmente difettati?
Sulla pagina allestita da Apple si spiega che, come primo passo, occorrerà munirsi di numero di serie del proprio Mac, iPad, iPhone o iPod.
A questo punto, si potrà decidere di avviare la procedura di sostituzione secondo tre canali, a propria scelta:

  • rivolgendosi al più vicino Apple Store o in un Centro di Assistenza Autorizzato Apple.
  • richiedendo la sostituzione tramite web.
  • contattando il supporto Apple.

Naturalmente, la sostituzione dell’adattatore sarà del tutto gratuita: non si dovrà pagare nulla al fine di ottenere un pezzo nuovo e funzionante.

Se vuoi rimanere aggiornato su Apple richiama adattatori difettosi per rischio scossa: cosa fare iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*