Youtube e Siae: intesa sul diritto d'autore trovata

Intesa trovata tra Youtube e la Siae, nell’ottica della tutela del diritto d’autore relativo alla mole di materiale che quotidianamente viene caricato da migliaia di utenti sul contenitore di video in streaming.

YoutubeYoutube

Nell’enorme calderone di contenuti che finiscono ogni giorno online, ve ne sono moltissimi coperti da diritto d’autore. Sebbene i puristi del web 2.0 si interroghino su quanto sia ancora sensato e utile parlare di copyright in senso stretto, quel che appare evidente è la mancanza di una normativa più attuale, più aderente ai nuovi meccanismi della rete e alla velocità di condivisione di contenuti.
A tal proposito, un primo passo è stato ufficialmente compiuto in Italia: Siae e Youtube hanno siglato un accordo di licenza che copre l’uso della musica in streaming nei video in Italia attraverso la piattaforma di video online.
Questo accordo avrà durata fino a dicembre 2012 e permetterà agli artisti e agli autori che ne hanno diritto di ricevere una ricompensa ogni qual volta la propria opera verrà utilizzata.
Christophe Muller di Youtube ha affermato: “Abbiamo dedicato grande attenzione ad instaurare relazioni che permettano agli utenti di YouTube di godere della loro musica preferita e scoprirne di nuova sulla piattaforma. Siamo davvero molto soddisfatti di aver raggiunto un accordo con Siae, che aiuta gli artisti rappresentati a guadagnare e può consentire a nuovi talenti musicali di emergere”. Dal canto loro, alla Siae parla Manlio Mallia: “Questo accordo segna un momento importante nell’attività di tutela svolta dalla Siae, con l’obiettivo di assicurare agli autori e agli editori un compenso che tenga conto dell’intensità di utilizzo delle loro opere su una piattaforma molto popolare, che costituisce oggi uno dei principali veicoli di diffusione e di valorizzazione del repertorio musicale”.
Probabilmente in Italia si sta oggi aprendo una nuova epoca per la fruizione online, della quale potrebbero probabilmente avvantaggiarsi più gli emergenti che i grandi artisti già conosciuti.

Se vuoi rimanere aggiornato su Youtube e Siae: intesa sul diritto d'autore trovata iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*