Steve Jobs uomo dell'anno 2010 per il Financial Times

Anche il Financial Times decreta chi è l'uomo dell'anno 2010: Steve Jobs, co-fondatore della Apple.

Steve Jobs presenta l'iPadSteve Jobs presenta l'iPad

Fine anno: tempo di classifiche e di attribuzione di titoli. La prassi è ormai consolidata in tanti settori e non sfugge neppure il Finalcial Times che, ogni anno, decreta l’uomo dell’anno appena trascorso.
Se per il Time è Mark Zuckerberg l’innovatore 2010, per il Financial Times l’uomo dell’anno è Steve Jobs, in co-fondatore della Apple. A lui il merito di aver riportato Apple molto in alto, grazie al lancio dell’iPad che – come nessun altro dispositivo Apple – ha registrato un vero boom, oltre che aperto un mercato – quello dei tablet – che sta godendo attualmente di grande slancio.
Per il Financial Times Jobs è “Il visionario della Silicon Valley il cui sogno del piccolo schermo ha riportato la Apple in vetta”.
L’ascesa di “Mr. Apple” nel 2010 è, per il FT, tanto più rilevante se si considera il momento nella vita di Jobs durante il quale è avvenuto tutto ciò: all’indomani della lotta contro la sua malattia. Tutti ricorderanno il suo allontanamento momentaneo dalle occasioni pubbliche e poi il suo ritorno – che segna proprio la ripresa della crescita di Apple – sul palco dello Yerba Center di San Francisco, nel gennaio 2010, proprio per presentare l’iPad.
Per il Finantial Times, dunque, Steve Jobs – uomo dell’anno 2010 – è in un momento magico, sotto ai riflettori, proiettato nel futuro.

Se vuoi rimanere aggiornato su Steve Jobs uomo dell'anno 2010 per il Financial Times iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*