LIFEdata, crowdfunding per sviluppare l’intelligenza artificiale voice

LIFEdata, la startup innovativa, lancia la sfida: adattare la tecnologia alla conversazione umana.

Intelligenza ArtificialeIntelligenza Artificiale

E’ partita martedì 12 novembre 2019 la campagna di equity crowdfunding di LIFEdata, startup innovativa italiana che velocizza il business con l’intelligenza artificiale. La campagna di finanziamento collettivo ha lo scopo di supportare la crescita rapida di un’azienda che, costituita a febbraio 2019, ha già fatto registrare numeri importanti: in soli 6 mesi ha già fatturato 350mila euro. Una cifra 2,5 volte più alta del fatturato medio delle startup innovative italiane secondo il Rapporto MISE/Infocamere sulle start-up innovative del IV trimestre 2018.

Il successo immediato di LIFEdata si inserisce in un contesto che vede lo sviluppo dell’intelligenza artificiale come il trend tecnologico del momento con una crescita superiore del 50% all’anno:  tutti i big della tecnologia, da Apple a Google, da Amazon a Intel, da Microsoft a Samsung, stanno investendo in maniera massiccia sullo sviluppo di questo settore che, si prevede, in futuro farà chiudere un gran numero di attività localizzate. LIFEdata ha intuito che proprio nel segmento più minacciato da monopolio delle grandi piattaforme vi era un’opportunità di crescita importante: grazie a LIFEdata le PMI possono infatti competere con la stessa tecnologia dei big dell’e-commerce facendo funzionare i propri siti, app e software con la voce. LIFEdata in questo modo rende le aziende digitali progettando il percorso del consumatore tra touchpoint digitali e fisici, favorendo la multicanalità e la conversione dell’acquisto.

In un settore a così alto impiego di capitali il ricorso all’equity crowdfunding è volto a sostenere il go-to-market e a far scalare il modello di business su fasce dimensionali maggiori. La piattaforma scelta per il lancio della campagna è Crowdfundme.it: a disposizione il 9,09% del capitale sociale (500mila euro) . “Sappiamo che per avere successo bisogna crescere rapidamente. – spiega Sara Caminati, Senior Associate di LIFEdata – Abbiamo individuato la soluzione a noi più congeniale nell’equity crowdfunding con l’obiettivo di sviluppare nuova tecnologia, accelerare la crescita, preparare l’espansione all’estero e, soprattutto,  incrementare il nostro capitale umano, perché – è bene ricordarlo – dietro l’intelligenza artificiale c’è tanta intelligenza umana. Diversamente da altre realtà LIFEdata è un’azienda di imprenditori seriali di startup, con exit di successo e fino a 20 anni di esperienza imprenditoriale. Un team basato sulla diversità con 7 nazioni rappresentate e quote rosa al 57%. Inoltre LIFEdata è un’azienda che fattura: oltre 350mila euro nei primi 6 mesi di attività in cui è stata scelta da primarie aziende, tra cui Janssen-Cilag del Gruppo Johnson & Johnson e Banca Mediolanum. Infine abbiamo ottenuto validazioni del business model nei principali contest europei. Penso siano motivi sufficienti per valutare la serietà della nostra proposta”.

Due le modalità di investimento possibili per chi è interessato a partecipare al crowdfunding:

  • Quote ordinarie di tipo A con diritto di voto per gli investitori con un capitale di almeno 25.000 euro
  • Quote di tipo B senza diritto di voto a 500 euro e rendimento garantito dell’8% in 3 anni per chi investe almeno 5000 euro

Inoltre, l’investimento in equity crowdfunding è legato a un’agevolazione fiscale che permette di detrarne il 30%. Il business plan della società prevede il ritorno al break even nella prima metà del 2021 dopo aver decuplicato l’attuale giro d’affari. La transizione prevede uno spostamento dei ricavi sulle tecnologie proprietarie, ad ora solo introdotte sul mercato e una redditività prevista superiore al 40%.

Con il ricavato dell’operazione di equity crowdfunding LIFEdata punta a raggiungere:

  • Redditività superiore al 40% e garantire elevate remunerazioni ai soci;
  • Crescita della generazione di cassa, come difesa del valore crescente dell’azienda e attrattività come target di M&A sul mercato.

“Il 95% del business oggi si conclude nel mondo fisico – conclude Omar Fogliadini, Managing Partner di LIFEdata – lo smartphone viene utilizzato per cercare, ma nessuno ha più voglia di digitare se  basta chiederlo. Compilare a voce un modulo online, per esempio, è 3 volte più veloce ed accessibile che digitarlo a mano. Per questo stiamo investendo nello sviluppo di tecnologia basata sulla comprensione del linguaggio naturale per renderla accessibile e utile alle piccole e medie imprese: se oggi chiudono per colpa delle grandi piattaforme di online shopping, domani potranno evitare di essere Amazon-izzate e competere con gli stessi strumenti. Ciò che facciamo è far funzionare siti, app e software con la voce, aiutando le PMI a digitalizzarsi e semplificando l’Omnicanalità”.

La campagna di crowdfunding di LIFEdata è disponibile al link https://www.crowdfundme.it/projects/lifedata/

Chi è LIFEdata

LIFEdata è una startup innovativa specializzata nello sviluppo e nell’implementazione di soluzioni innovative di Intelligenza Artificiale per rendere più efficienti i processi di Vendite, Marketing e Customer Experience – in particolare nei contesti di Online to Offline, tipici dell’evoluzione all’Omnicanalità tra mondo digitale e fisico. Fondata da imprenditori seriali con alle spalle diverse exit di successo ha fatturato 350 milioni di euro nei primi 6 mesi del 2019, quasi 3 volte il fatturato medio di una startup innovativa in Italia. La società ha ricevuto diverse validazioni del modello di business in diversi contest a livello europeo e conta su un team multiculturale con 7 nazioni rappresentate,  quote rosa al 57% e STEM 98%.

Il Team di LIFEdataIl Team di LIFEdata

Se vuoi rimanere aggiornato su LIFEdata, crowdfunding per sviluppare l’intelligenza artificiale voice iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*