Kodak: Apple e Google alleate per l'acquisizione di brevetti

Ad un passo dalla messa in vendita dei brevetti Kodak, si apprende che Apple e Google si sarebbero alleate in vista dell'affare.

Brevetti Kodak nel mirino di Apple e GoogleBrevetti Kodak nel mirino di Apple e Google

La notizia arriva del tutto inaspettata e non manca di suscitare stupore: sembra che Google e Apple abbiano deciso di diventare aziende alleate.
Stando infatti a quanto anticipato dal magazine Bloomberg, pare che i due colossi abbiamo deciso di percorrere una strada comune per rilevare i brevetti Kodak, storica azienda del settore fotografico che sta attraversando la fase di difficoltà più pesante dalla sua nascita.
Per evitare dunque di far rialzare troppo il prezzo dei brevetti Eastman Kodak, Apple e Google avrebbero deciso non solo di evitare di farsi la guerra a colpi di rialzi ma addirittura di trovare un’intesa per mettere sul piatto un’offerta economica combinata ben consistente, così da sbaragliare ogni possibile concorrenza.
Si parla infatti di una capacità di spesa di poco più di 500 milioni di dollari, in vista dell’acquisizione di circa un migliaio – o poco più – di brevetti, probabilmente relativi al comparto fotografico in senso stretto.
Sebbene dunque le due aziende restino concorrenti dirette nel campo del settore mobile e più precisamente in riferimento al sistemi operativi, sul campo fotografico si è deciso di cercare un accordo.

Quanto stiano diventando sempre più importanti le fotografie e la loro diffusione è ormai un argomento sotto l’occhio di tutti e, non a caso, una delle ultime più famose acquisizioni riguarda proprio quella di Instagram, acquistata da Facebook, altro colosso dell’ambiente.
La partita per l’acquisizione dei brevetti Kodak è dunque aperta e tutta da giocarsi: in attesa di scoprire se effettivamente Apple e Google avranno trovato un accordo, si attendono sviluppi circa le decisioni di Kodak e circa la reale portata economica dell’affare.

Se vuoi rimanere aggiornato su Kodak: Apple e Google alleate per l'acquisizione di brevetti iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*