Intervista ad Alessandro La Bella di Compass Management Consulting

Nel ruolo di Sales Manager Italy di Compass Management Consulting, Alessandro La Bella è responsabile dello sviluppo del mercato italiano. Alle dirette dipendenze della direzione commerciale Sud Europa, il suo obiettivo è quello di rafforzare la presenza di Compass presso le più significative aziende italiane in accordo con il modello di business definito dalla casa madre.
Alessandro La Bella vanta una significativa esperienza nella vendita di progetti di sicurezza logica e di asset management che influiscono sull’organizzazione e sui processi aziendali.
Le sue precedenti esperienze lo hanno visto Account Manager per il settore bancario e assicurativo presso Selesta Security Systems e Peregrine Systems ed è stato Account Executive in Gartner, dove si è occupato dello sviluppo del mercato della PMI.
Alessandro La Bella, classe 1968, ha una laurea in Economia e Commercio conseguita presso l’Università degli studi di Pavia.

Come si presenta il mercato italiano del benchmarking e quali sono le prospettive? 
Che rapporto hanno le aziende con questa attività ?
Fondamentalmente il mercato dell’outsourcing si presenta suddiviso in due macro categorie con riferimento agli obiettivi dell’utenza:
1. aziende che desiderano posizionare i loro Sistemi Informativi rispetto ad aziende analoghe e che necessitano di un consulente esterno che certifichi quanto siano o meno in linea con il mercato. spesso i progetti di benchmarking presso queste aziende nascono da stimoli esterni all’ICT,
2. aziende che intendono perseguire dei percorsi di “improvement” e che vedono il benchmarking come uno strumento “diagnostico” dal quale partire per definire un piano di azioni volto ad incrementare la loro efficienza in relazione agli obiettivi aziendali. Queste aziende sono consapevoli del contributo che l’ICT fornisce al Business e per tale motivo i vertici dei Sistemi Informativi sono impegnati in un continuo processo migliorativo della “macchina” che gestiscono.
Il mercato italiano si sta spostando verso la seconda categoria soprattutto per quanto concerne le aziende con sistemi informativi complessi. L’analisi del mondo applicativo incomincia a destare un interesse crescente, fermo restando che la maggior parte dei progetti di benchmarking è ancora focalizzata sul mondo delle infrastrutture.
Discorso a parte merita la valutazione e il benchmarking dei contratti di fornitura di servizi (Outsourcing). In questo settore le aziende chiedono di verificare l’allineamento dei prezzi praticati dal loro fornitore e sono interessati ad individuare dei meccanismi gestionali dei contratti che siano in grado di accompagnarle nell’evoluzione temporale imposta dagli obiettivi di business.
Qual è la vision di Compass ?
Compass opera nell’ambito del Management Consulting con un approccio originale definito Factbase che è declinato nei seguenti tre elementi:
1. Modelli funzionali che consentano di analizzare e valutare tutti i fenomeni connessi all’ICT e, per quanto riguarda i settori bancario e assicurativo, anche gli aspetti afferenti alla banca retail e all’assicurazione vita e danni,
2. Consulenti che abbiano una significativa esperienza (non meno di 10 anni) nell’ambito in cui operano,
3. Database. Il database Compass è il più ricco e articolato a livello mondiale tra le aziende che si occupano di benchmarking . Ad oggi si possono contare oltre 9600 studi effettuati a livello mondiale.
La proposta Compass è articolata nelle seguenti aree:
Performance Improvement
• Miglioramento dell’efficienza dei servizi IT
• Miglioramento della qualità del servizio reso dall’IT agli utenti business
• Identificazione della dimensione ottimale per ottenere economie di scala
• Identificazione e quantificazione delle possibilità di cost saving
Performance Management
• Individuazione delle necessità del cliente business
• Identificazione di cruscotti di Governo dell’Information Technology
• Definizione del Catalogo dei servizi IT
• Definizione delle pratiche di chargeback
• Customer satisfaction analysis
• Definizione di metriche di misurazione delle prestazioni dei Sistemi Informativi
Sourcing Strategies
• Definizione della strategia di sourcing
• Current State Analysis
• Sviluppo RFI
• Sviluppo RFP
• Vendor Selection
• Definizione SLA
• Supporto alla negoziazione
• Contract Analysis
• Financial Benchmarking
• Identificazione di modelli di governance
IS Value Realization
• Identificazione dei benefici business derivanti dall’efficiente utilizzo dell’IT
• Quantificazione degli investimenti IT per supportare efficientemente i processi di business
• Valutazione dei progetti applicativi a supporto del business
• Istituzione di un processo formale di comunicazione tra IT e business
Merger & Consolidation
• Identificazione di possibili scenari e dei rischi/benefici relativi a progetti di fusione e consolidamento
• Strumenti di simulazione
• Facilitazione dei processi di comunicazione, discussione e decisionali del cliente
• Best Practice di riferimento per progetti di Mergers & Consolidations
• Supporto nelle aree di Project e Change Management
Business Performance Improvement
• Modelli dettagliati e consistenti per mappare i processi bancari ed assicurativi
• Identificazione delle opportunità di miglioramento e definizione di KPI di governo dei processi business
• Definizione di indicatori per il confronto con realtà analoghe. 
Qual è il vostro cliente tipo ?
I nostri clienti sono principalmente le grandi aziende che hanno dipartimenti informatici complessi o quelle aziende che hanno contratti di outsourcing di elevato valore. Una lista non esaustiva dei clienti italiani è la seguente:
Allianz, Assicurazioni Generali, AXA, Banca Popolare di Sondrio, Banca del Gottardo, BancaIntesa, BNL, Cedacri, CNIPA, Credem, ENI, ERG, Gruppo FIAT, Il sole 24 ore, Informatica Trentina, Insiel, IT Telecom, Lombarda Sistemi e Servizi, Lombardia Informatica, Lombardia
Servizi, Mediaset, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Saipem, Saras, Seat Pagine Gialle, SIA, SNAM Rete Gas, SSB, Unicredit.
Quali sono i vostri competitor?
L’approccio adottato rende la proposta Compass decisamente originale rispetto alla consulenza tradizionale tuttavia, per alcune aree, vediamo come competitor Gartner mentre per altre le aziende di consulenza direzionale.
Cosa offre in più Compass rispetto ai competitor presenti in Italia, perché preferirvi?
Un elemento senz’altro fortemente differenziante è la consistenza del nostro database (oltre 9600 studi). Relativamente ai progetti di benchmarking, siamo l’unica azienda, a livello mondiale, a dichiarare i componenti del Gruppo di Riferimento. Questo approccio garantisce al cliente l’autenticità e la “freschezza” dei dati. Per quanto riguarda il mondo del Sourcing, Compass può vantare di aver analizzato e di monitorare i più complessi contratti di Outsourcing. Ciò ha consentito, negli anni, di acquisire una approfondita conoscenza di questo mercato che possiamo mettere efficacemente a disposizione dei nostri clienti.
Quali sono le novità del settore?
La direzione che sta prendendo il mercato a cui apparteniamo è quella che vede l’azienda come un insieme di dipartimenti che debbono operare tra di loro in modo sinergico e non parcellizzato e, quindi, anche l’ICT va vista in questa nuova luce tenendo conto del contributo che può e deve fornire al business. Per tale motivo, i modelli di analisi tendono sempre più a considerare gli aspetti succitati e il tema del valore dell’ICT per il business e la sua misurazione sono al centro dell’attenzione delle società di consulenza.
Com’è andato il primo semestre del 2007 e quali sono i vostri obiettivi futuri?
Il semestre si è chiuso ottimamente, siamo a pochi passi dal raggiungimento dell’obiettivo annuale che prevede un incremento del 30% rispetto a quello dello scorso anno. Gli obiettivi per il futuro sono:
• accrescere e consolidare la nostra base clienti,
• accrescere, come già previsto, l’organico dedicato al mercato italiano.

Se vuoi rimanere aggiornato su Intervista ad Alessandro La Bella di Compass Management Consulting iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*