Intervista a Massimiliano Faraon ed Eric Chenneveau

Intervista a Massimiliano Faraon, Amministratore Delegato di Artesys Orion s.r.l. ed Eric Chenneveau, Presidente di Artesys SA.

Come si presenta il mercato italiano e quali sono le sue prospettive?

Il mercato Italiano è sempre più caratterizzato da pochi System Integrator di grandi dimensioni che di fatto si dividono il mercato, lasciando poco spazio alle piccole-medie imprese. Nel caso Artesys Orion la volontà è stata di proteggere l’eccellenza in nicchie tecnologiche che da sempre contraddistinguono le due società originarie, per proporre ad un mercato che sembra mostrare deboli segni di ripresa un’alternativa efficace dal punto di vista della qualità e dell’offerta ed efficiente in termini di costi e di scelta tecnologica. I clienti hanno da sempre necessità in ambito IT, ma negli ultimi anni di incertezze e di budegt ridotti i clienti hanno mostrato una diffidenza via via crescente nei confronti dei fornitori di tecnologia. Per questo Artesys Orion si propone al mercato come un’alternativa accattivante, che combina alle migliori linee guida ITIL/ITSM e BSM, i migliori framework concettuali di riferimento e le migliori metodologie pratiche di project management, al fine di garantire risultati nel breve: in pratica un ROI misurabile secondo regole prestabilite ma nel contempo adattabili a nuove esigenze emergenti durante lo svolgimento di un progetto.

Qual è il vostro cliente tipo?

I clienti a cui Artesys Orion si riferisce sono storicamente le grandi imprese ma anche le medio-grandi aziende.
Non esiste un mercato verticale di riferimento, ma al contrario l’offerta di Artesys Orion ricopre orizzontalmente tutti i settori di mercato. Negli ultimi due anni si è raggiunto inoltre l’obiettivo ambizioso di conseguire la certificazione di qualità ISO 9001:2000, sia per testimoniare l’elevato standard qualitativo di Artesys Orion nell’erogazione dei servizi professionali sia per avere accesso anche all’ambito della Pubblica Amministrazione che richiede tale certificazione come prerequisito.

Che rapporto hanno i consumatori con questo mercato?

Oggi i clienti hanno raggiunto un livello di maturità superiore in ambito IT, in quanto hanno compreso che l’IT costituisce realmente un driver per il business. Per questo un System Integrator oggi è il miglior partner per un cliente che desidera un advisor in ambito tecnologico ma al tempo stesso un business engineer, ovvero l’uomo di fiducia che guida il cliente ad operare le scelte migliori in ambito IT al fine di conseguire il proprio target di business, in un circolo virtuoso dove alla fine business ed IT sono completamente interconnessi. Il concetto che si intende esprimere con queste parole è che oggi la tecnologia non dovrebbe più essere vista come il fine di un progetto (attivo un nuovo sistema in alta affidabilità per garantire la continuità di servizio), ma come uno strumento o meglio un metodo che favorisca il conseguimento dei propri obiettivi, di business (la continuità di servizio mi consente di modificare l’approccio al mercato e quindi di proporre una nuova offerta in fascia notturna).

Qual’è la vision di Artesys Orion?

La visione di Artesys Orion è di fornire ai propri clienti soluzioni tecnologiche a valore aggiunto per il conseguimento dei loro obiettivi di business, offrendo loro un risultato misurabile ed atteso, sulla base di una strategia condivisa e di un ROI prestabilito.

Quali sono i vostri competitor e cosa offrite di più rispetto a loro?

Artesys Orion si pone sul mercato secondo un nuovo paradigma, per cui i competitor potrebbero essere sia i grossi System Integrator sia primari brand. In realtà queste aziende hanno politiche di marketing e di segmentazione dell’offerta che si discosta nettamente da quanto perseguito da Artesys Orion.
In particolare i grossi System Integrator ragionano su politiche di grandi numeri (grossi progetti, grandi volumi di persone, in particolare nell’ambito dello sviluppo software e della personalizzazione dei framework più diffusi).
I brand invece sono focalizzati sulla propria offerta di prodotti e tecnologie, perseguendo logiche di posizionamento sul mercato che li vede spesso competere tra “grandi”.
Artesys Orion si pone invece come partner di alcuni tra i principali player di mercato (quali ad es., BMC, HP, VMware e EMC,…) e come specialista nell’integrazione delle loro tecnologie,
Artesys Orion potrà anche trovarsi nell’eventualità di competere con queste realtà: la differenza potrà risiedere nell’agilità e nella repentina adattabilità alle nuove esigenze del mercato e dei clienti, status connaturato con la dimensione ed il DNA di Artesys Orion stessa, per cui da competitor Artesys Orion si trasformerà in partner per il conseguimento del successo.

Quali sono i vostri obbiettivi futuri?

Gli obiettivi nel breve sono di consentire ad Artesys Orion di essere riconosciuto come un rinnovato System Integrator, in grado di creare valore per i propri clienti, e di estendere il proprio bacino di clienti diretti in ambito nazionale, diventando il nuovo riferimento per le aziende Italiane che troveranno in Artesys Orion la massima espressione dell’eccellenza tecnologica e della qualità nel risultato finale.

Se vuoi rimanere aggiornato su Intervista a Massimiliano Faraon ed Eric Chenneveau iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*