Google One Pass: contenuti e news a pagamento in abbonamento

Google annuncia Google One Pass, un servizio di fruizione di contenuti a pagamento di ogni genere, previa stipula di abbonamento.

Google One PassGoogle One Pass

Google scende in campo sul settore che, fino ad oggi, era di quasi totale esclusiva di Apple: l’abbonamento a contenuti, non gratis ma a pagamento.
Nasce Google One Pass, un raccoglitore di news, attualità, musica e video.
A fornire tali contenuti saranno gli editori che otterranno un tornaconto del 90% sugli importi degli abbonamenti acquistati dagli utenti. Google, dunque, terrà per sè solo il 10% di tali introiti. Percentuali più generose – dal lato editore – rispetto a quelle che elargisce Apple tramite Apple Store (30% per sè, 70% agli editori e/o sviluppatori). I pagamenti vengono gestiti tramite Google Checkout, una soluzione di grande semplicità che mette d’accordo praticamente tutti.
Tutti i contenuti acquistabili su Google One Pass potranno essere fruiti universalmente su qualsiasi pc, smartphone, tablet, cellulare e potranno essere gestiti via Android Market.
Il sistema, così congegnato, sembrerebbe poter dare filo da tenercere all’App Store: se molti sviluppatori considerassero solo la percentuale di guadagno, vincerebbe a mani basse Google One Pass. E’ pur vero, però, che App Store ha uno zoccolo duro di utenti e quindi gli sviluppatori difficilmente potrebbero contemplare la perdita di questi fruitori così fedeli.
Certo, si potrebbe profilare la possibilità del passaggio di nuovi contenuti prima su Google One Pass e solo successivamente su App Store.
Tuttavia, si tratta solo di congetture che attendono conferme (o smentite) dai primi dati che verranno diffusi presumibilmente nel prossimo semestre.
Al momento Google One Pass è già attivo in una manciata di paesi, tra i quali anche l’Italia; gli altri paesi sono gli Stati Uniti, il Canada, la Francia, la Spagna, il Regno Unito e la Germania.
Per una volta, anche noi qui in Italia potremo provare sin da subito le novità di Google, senza informazioni di “seconda mano” in arrivo dall’America.
Ecco un video di presentazione di Google One Pass, in lingua inglese.

Video di Google One Pass

Se vuoi rimanere aggiornato su Google One Pass: contenuti e news a pagamento in abbonamento iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*