Google: liquidazione salata per Adwords su farmaci illegali

Google paga una liquidazione consistente, rea di aver permesso la pubblicazione di annunci Adwords per la vendita online di farmaci illegali in America.

Google Adwords sotto accusa per pubblicità di farmaciGoogle Adwords sotto accusa per pubblicità di farmaci

Google paga 500 milioni di dollari, in virtù di un accordo di natura economico raggiunto con la procura degli Stati Uniti: questo il risultato di un tira e molla giudiziario iniziato da qualche anno e che in questi giorni sta vedendo la sua conclusione.
Tutto parte dalla comparsa sul web di annunci Adwords inerenti alcuni farmaci venduti in Canada, farmaci che negli Stati Uniti non possono ancora oggi essere acquistati liberamente da chiunque ma necessitano di prescrizione medica.
I fatti risalgono al periodo intercorso tra il 2003 e il 2009 circa, quando Google ha accettato di veicolare questi messaggi pubblicitari.
Malgrado le proteste delle autorità americani, questa situazione si è protratta a lungo, finchè non è scattata una denuncia circostanziata anche ai danni di Google.
Oggi l’azienda di Mountain View, nel commentare la vicenda con il senno di poi, ammette: “non avremmo dovuto consentire queste pubblicità su Google”.
L’accusa delle autorità americane verte infatti sulla convinzione che Google sapesse perfettamente che gli annunci pubblicitari fossero inerenti un’attività illegale, visto che le farmacie canadesi non facevano richiesta della ricetta medica, a seguito della ricezione dell’ordine da parte di cittadini americani.
Google ha dunque oggi accettato di pagare la cifra di 500 milioni di dollari, corrispondente alla cifra dei ricavi generati per Google proprio da quei particolari annunci, più la stima dei ricavi conseguenti per le farmacie canadesi.

Se vuoi rimanere aggiornato su Google: liquidazione salata per Adwords su farmaci illegali iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*