Google acquisisce SayNow per i servizi vocali

Google ha comprato SayNow, giovane azienda impegnata nello sviluppo di servizi voice messaging.

SayNow acquisita da GoogleSayNow acquisita da Google

SayNow, azienda nata nel 2005, ha annunciato l’acquisizione da parte di Google.
Nella rete tentacolare di acquisti di appetibili aziende del colosso di Moutain View arriva dunque anche una società che fa dei servizi di voice messaging il suo punto di forza, nonchè core business. A quanto pare, Google vuol puntare con decisione sul miglioramento e sull’espansione di Google Voice, il servizio collegato alla propria casella di posta Gmail che farà palesemente concorrenza a Skype e simili.
Sul piatto della bilancia potrebbe esserci qualcosa di più delle “semplici” telefonate gratis via VoIP, considerando il fatto che SayNow è specializzata nello sviluppo di applicazioni di servizi vocali per social network: una delle prime operazioni più riuscite è stata l’introduzione di voice messages da lasciare ad artisti e band sui profili MySpace.
Nulla si sa circa la cifra pagata da Google per acquisire SayNow: neppure sul post in cui si annuncia l’operazione si fa accenno all’aspetto economico.
Nulla si sa, d’altronde, sulla reale collocazione di SayNow sullo scacchiere di Google: si può ipotizzare che l’azienda sarà utilizzata al fianco o all’interno del team di Google Voice ma se ciò comporti progetti nuovi o se ciò sia una mossa per eliminare un’azienda potenzialmente utile alla concorrenza, non è ad oggi molto chiaro.

Se vuoi rimanere aggiornato su Google acquisisce SayNow per i servizi vocali iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*