Business Intelligence: OLTP vs OLAP

L’acronimo OLAP, On Line Analytical Processing, individua una classe di prodotti che consentono una ‘navigazione’ nei dati (data surfing), fornendo strumenti di facile uso che mettono l’utente in grado di formulare in autonomia le interrogazioni. Lo strato semantico fornito svincola l’utilizzatore dalla conoscenza delle basi dati, sia nei termini di localizzazione che di organizzazione. Tipica di questa classe di prodotti di accesso è la visione multidimensionale dei dati, che consente la possibilità di analisi secondo percorsi (dimensioni) diversi ( tempo, dislocazione geografica, etc.). Per scaricare il testo completo e per avere maggiori informazioni, clicca QUI

L’acronimo OLAP, On Line Analytical Processing, individua una classe di prodotti che consentono una ‘navigazione’ nei dati (data surfing), fornendo strumenti di facile uso che mettono l’utente in grado di formulare in autonomia le interrogazioni.

Il panorama degli strumenti OLAP è molto ampio. E’ opportuna una precisazione sui concetti di ROLAP e MOLAP. Con il termine ROLAP (Relational OLAP) si identificano strumenti che operano su dati memorizzati in database relazionali. In molti casi i dati sono memorizzati in strutture denormalizzate quali lo star schema e in forma aggregata. I tool ROLAP si possono dividere in due categorie, a seconda che l’architettura di riferimento sia a due o tre livelli. Gli strumenti MOLAP (Multidimensional OLAP) si basano su un database proprietario, alimentato a partire dalle aree di staging o dall’Enterprise Data Warehouse. Ad oggi non esiste uno standard di accesso a dati in forma multidimensionale così come esiste per i database relazionali (SQL). All’atto del caricamento, da effettuarsi con cadenza periodica, i dati vengono inseriti in strutture multidimensionali, con ottime garanzie di performance. Di contro dimensioni di analisi non previste al momento del caricamento non possono essere effettuate a meno di una successiva operazione di alimentazione. Gli strumenti Molap sono realizzati secondo due diversi principi architetturali, che diremo Client e Server Molap.Le due tipologie si differenziano nel fatto che nei Client Molap il database multidimensionale è residente sulla macchina client, nell’architettura Server Molap il database multidimensionale è ospite di un server. Punti di forza degli strumenti ROLAP sono l’interfaccia standard (SQL), l’accesso a qualsiasi database, la flessibilità di analisi, la scalabilità; viceversa i prodotti MOLAP hanno da sempre il loro punto di forza nelle prestazioni. Negli ultimi anni si è assistito all’inserimento nei database relazionali di funzionalità specifiche per l’analisi decisionale, cosa che di fatto ha di molto ridotto il gap prestazionale fra le due tecnologie. Molti produttori OLAP stanno variando la loro offerta fornendo soluzioni in cui cooperano prodotti MOLAP e ROLAP (soluzioni HOLAP, Hybrid OLAP). Le soluzioni MOLAP sono proprietarie, meno flessibili, richiedono maggiore attività di avviamento e manutenzione rispetto alle soluzioni ROLAP.Il loro uso non va escluso, anche se sicuramente deve essere valutato con attenzione. Gli strumenti OLAP sono i più diffusi nell’eterogeneo panorama dei tool di accesso ai dati, in quanto forniscono funzionalità “spinte” di analisi dei dati, ma anche pregevoli funzionalità grafiche e di reporting. Queste caratteristiche rendono tali prodotti d’interesse di una classe molto ampia d’utenza. Normalmente l’utente analista predispone il report, consentendone poi l’utilizzo agli altri utenti che, a seconda dei casi, lo visualizzano semplicemente o ne richiedono magari un aggiornamento personalizzando certi parametri d’interesse. L’utilizzo di tali tool rende in generale autosufficienti gli utenti nella capacità di localizzare, comprendere e accedere ai dati. RIPRODUZIONE RISERVATA

Se vuoi rimanere aggiornato su Business Intelligence: OLTP vs OLAP iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*