Apple Watch ha problemi di funzionamento su polsi con tatuaggi

Il nuovo Apple Watch non funziona bene se sul polso di chi lo indossa c’è un tatuaggio.

Apple Watch non "legge" il polso tatuatoApple Watch non "legge" il polso tatuato

Si apprende in queste ore che la Apple ha diramato una specifica comunicazione rivolta ai potenziali acquirenti di Apple Watch.
Il primo smartwatch dell’azienda di Cupertino recherebbe in sè, infatti, una sorta di “limitazione” strutturale di cui è bene tener conto.
Prima che montino le polemiche come in precedenti casi di bug o difetti di fabbricazione dei prodotti Apple – ricordiamo a titolo di esempio le vicendo “Antennagate” – l’azienda a quanto pare avrebbe deciso di mettere subito le carte in tavola, ammettendo che Apple Watch non funziona al meglio in presenza di tatuaggi sul polso degli utilizzatori.
La pagina di supporto relativa ad Apple Watch sul sito ufficiale della Apple è stata aggiornata, con un esplicito riferimento a tale problematica.
Si legge infatti: “Permanenti o temporanee modifiche della vostra pelle, come alcuni tatuaggi, sono in grado di influire sulle prestazioni del sensore della frequenza cardiaca” e ancora, si dà una spiegazione di tale limitazione: “L’inchiostro di alcuni tatuaggi può bloccare la luce dal sensore, il che rende difficile ottenere letture affidabili”.
Sembra infatti che i sensori posti sulla piastra posteriore dello smartwatch – dunque quelli a diretto contatto con la pelle del polso – non riescano a “leggere” del tutto le informazioni relative al battito cardiaco di chi indossa il device. Ciò avverrebbe soprattutto con inchiostro dei tatuaggi di colore scuro. I sensori infatti rilasciano fasci di luce ad infrarossi di colore rosso e verde, capaci di “leggere” il flusso sanguigno sul polso. Con macchie scure questo meccanismo non si attiverebbe affatto o funzionerebbe solo in parte e a momenti.
Oltre dunque a non poter rilevare correttamento alcune informazioni fondamentali per il buon funzionamento delle app sulla salute dell’utilizzatore o sulle attività fitness dello stesso, Apple Watch non sarebbe neppure in grado di riconoscere del tutto correttamente lo stesso utilizzo contestuale dell’orologio intelligente.

Gli stessi sensori, infatti, servono altresì a comunicare al device se in quel momento lo smartwatch è effettivamente al polso oppure è fermo, posato ad esempio sul comodino o sulla scrivania in modalità in stand by.
Se dunque si sta valutando l’acquisto di Apple Watch ma si ha un tatuaggio sul polso, sarà bene considerare tutte le limitazioni del caso, come suggerito d’altronde dalla stessa Apple.
Non è ancora possibile sapere se questo aspetto verrà in qualche modo risolto o se, al contrario, Apple Watch resterà tale e quale a questa prima partita immessa sul mercato.

Se vuoi rimanere aggiornato su Apple Watch ha problemi di funzionamento su polsi con tatuaggi iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*