Apple brevetta il 3D del futuro: senza occhialini

Alla Apple si lavora su progetti 3D che, in futuro, non avranno bisogno di occhialini. Pare prossima l’attuazione di uno schermo 3D sui prodotti Apple, visto che è di oggi la notizia dell’ottenimento dell’apposito brevetto.

AppleApple

Non è una novità assoluta ma in casa Apple si torna a parlare di 3D senza necessità di supporti appositi, come gli occhialini. L’innovazione parte da lontano, da quando nel 2006 la Apple annunciò uno schermo speciale poi effettivamente presentato in occasione di un evento del settore. Da allora il progetto non ha avuto sbocchi commerciali effettivi sul mercato, tuttavia si è continuato a lavorare per offrire un sistema 3D basato unicamente sullo schermo. Arriva oggi la notizia secondo la quale Apple ha effettivamente ottenuto il brevetto di questo sistema fondato su uno schermo riflettente capace di proiettare immagini 3D via sistema stereoscopico.
In pratica, ogni immagine verrebbe proposta in modalità doppia su una speciale superficie riflettente, così da essere proposta sia ad un occhio che all’altro, con impercettibili differenze di movimento, tali da produrre la visione 3D.
L’applicazione diventa molto interessante dal momento che questo sistema è funzionante da qualsiasi angolazione; ciò vuol dire che più persone, in prossimità dello schermo, possono vedere in modo tridimensionale senza bisogno di occhialini.
E’ forse questo il 3D del futuro? Di certo è un 3D “popolare” che, liberandosi da apparecchi ulteriori, è in grado di coinvolgere più spettatori nello stesso istante: un vantaggio negli ambienti domestici da considerare, anche in termini di risparmio sugli acquisti, oltre che in termini di interazione sociale derivante.

Se vuoi rimanere aggiornato su Apple brevetta il 3D del futuro: senza occhialini iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*