17 agosto 2017

Facebook lancia Automatic Alternative Text per i non vedenti

Facebook lancia Automatic Alternative Text per migliorare l’esperienza dei non vedenti e degli ipovedenti. Facebook descrive il contenuto con un sintetizzatore vocale integrato.

Facebook non vedentiFacebook non vedenti

Con oltre 1 miliardo di utenti attivi ogni giorno, Facebook ha chiaramente fatto un buon lavoro adempiere la sua missione di rendere il mondo “più aperto e connesso”, ma il suo lavoro non è ancora finito. 

A partire da oggi Facebook estende una nuova funzionalità denominata Automatic Alternative Text che aiuta gli utenti non vedenti e ipovedenti a comprendere meglio le foto che vengono pubblicati per la loro News Feed. Con Automatic Alternative Text, Facebook descrivere il contenuto di queste foto utilizzando il sintetizzatore vocale integrato di iPhone. L’obiettivo generale del progetto è quello di garantire che Facebook non trascuri 39 milioni di non vedenti e 246 milioni di ipovedenti dal momento in cui il servizio sarà sempre più incentrato su foto e video.

“Quando Facebook dice che vuole collegarsi a tutti, intendiamo davvero tutti”, ha detto Matt King, un ingegnere che si occupa di accessibilità Facebook e che è entrato in azienda nel 2015 dopo una carriera in IBM. King, che è cieco, conosce in prima persona la sfida di rendere la tecnologia accessibile alle persone con disabilità. “Non si può attirare la gente verso il vostro prodotto, se si tratta di una esperienza pessima.”

Secondo King, “decine di migliaia” gli utenti non vedenti e ipovedenti navigano su Facebook con il software che legge ad alta voce il testo allo stesso modo in cui gli  utenti navigano. Con un iPhone, è possibile attivare uno screen reader (Siri) e attivare VoiceOver. Programmi simili sono solitamente disponibili per altre piattaforme nelle impostazioni o facilità d’uso dei menu.

Facebook ci tiene a sottolineare che questa tecnologia è ancora nella sua fase embrionale  e non è abbastanza matura per replicare la capacità di vedere realmente le foto che hanno postato gli amici. Tuttavia, la caratteristica rappresenta un importante primo passo per rendere Facebook più accessibile a più persone.

A dire il vero, Facebook non è certo l’unico gigante tecnologico che sta cercando  di migliorare l’esperienza di base per le persone non vedenti o ipovedenti. Anche Twitter a fine marzo ha lanciato una funzionalità che consente agli utenti di aggiungere manualmente le descrizioni di testo alle foto inviati ai social network, consentendo la lettura dello schermo per poi rileggere queste descrizioni. Anche Microsoft sta lavorando su questo fronte. 

Se vuoi rimanere aggiornato su Facebook lancia Automatic Alternative Text per i non vedenti iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*